Un nome già sentito @ La Casa di Totò – Putignano (BA)


Bisogna ammettere che l’equazione Totò = napoletanità é piuttosto inflazionata. E tutto diventa ancora più vero nel settore delle pizzerie, dove é piuttosto raro non trovare qualche riferimento al principe De Curtis, se non nel nome del locale, per lo meno in qualche foto e/o ritratto appeso in sala o di fianco al forno.

La Casa di Totò non fa eccezione in nessuno dei due casi, come si può evincere dall’iconografica immagine del grande comico intendo a divorare -rigorosamente a mano- un piatto di spaghetti, o dalla caricatura presente sulla prima di copertina di tutti i menù.

Nuova apertura in quel di Putignano, di un brand già presente nella vicina Conversano: il locale é quasi defilato in una corte di recente costruzione, con sale piccole, a sviluppo verticale fino alla terrazza.
Sedute in ferro battuto piuttosto ravvicinate, e tovagliato cartaceo caratterizzano l’atmosfera che si mantiene conviviale e calda, in linea con i colori alle pareti. Continue reading “Un nome già sentito @ La Casa di Totò – Putignano (BA)”

Conflitti di interesse @ Sale e Pepe – Sondrio


Ci sono posti in cui si diventa degli habituè: innanzitutto per la comodità logistica ma anche per una serie di altre ragioni.

Per quel che riguarda me, le altre ragioni partono dalla piattezza generale dell’offerta gastronomica della Valtellina, dove ormai risiedo da un pò per motivi lavorativi, e si concludono con il fatto che il ristorante Sale e Pepe é uno dei pochi a Sondrio città -per non dire nell’intera vallata- a presentare una carta molto variegata e in costante evoluzione dove trovare anche svariati spunti creativi.

Potrebbe diventare difficoltoso cercare di essere asettici parlando di un posto che frequenti abitualmente e dove sei ben conosciuto… ma proviamoci lo stesso :-).

L’offerta del locale dello chef Luca Grigis non si limita ad un ristorante nel senso stretto del termine, ma comprende anche una sala bar, dedicata a target più “easy”, come l’aperitivo serale o la pausa pranzo, dove é possibile gustare ricette più semplici (ma non troppo) a costi più contenuti e con una mise en place più informale.
Ma non é finita: vengono regolarmente ospitate mostre d’arte ed é attivo anche un negozio di prodotti tipici locali e non.

Un posto veramente polivalente, l’unico nel suo genere nel raggio di parecchi kilometri, e che può anche dare l’idea di dove possa puntare la ristorazione in tempi di crisi come questi. Continue reading “Conflitti di interesse @ Sale e Pepe – Sondrio”

Il numero uno @ Osteria Francescana – Modena


Una cena alla Francescana apre innumerevoli spunti di riflessione…

Si potrebbe parlare del processo creativo che eleva la cucina all’arte, dove ogni piatto racconta una storia. Oppure il pensiero potrebbe soffermarsi sulla tecnica e le materie prime che rendono irripetibile ogni boccone mangiato in questo posto. Come dimenticare anche la grande critica e praticamente tutti gli appassionati del world wide web che osannano Massimo Bottura come il migliore chef italiano? Purtroppo alla fine riaffiora anche il ricordo di Striscia la Notizia e la sua pseudo-inchiesta “Fornelli Polemici”, che tanto male ha fatto alla nostra cucina, di cui l’Osteria Francescana è involontariamente diventata il simbolo.

Dopo un anno la delusione é ancora presente nella voce di Massimo Bottura che continua per la sua strada di sublimazione della tradizione e della materia prima con il solito strabordante entusiasmo… e per fortuna oltre alle delusioni non mancano nemmeno i (doverosi) riconoscimenti. Continue reading “Il numero uno @ Osteria Francescana – Modena”

Ancora sul qualità/prezzo (parte 2) @ Vigna Del Mar – Monopoli (BA)


Pensando a questa osteria monopolitana é impossibile non associare il ricordo al patron Luciano Lombardi, marchigiano di origine e pugliese di adozione, che con la sua verve e simpatica cortesia renderà la sosta ancora più piacevole.

Attenzione solo a non perdersi nelle viuzze perpendicolari e alquanto simili fra loro… spingete invece i vostri passi fino a quando non avvisterete una botte di legno a bordo strada: segno inequivocabile che sarete giunti a destinazione.

Le sale dal soffito a volta non brillano certo per luminosità, visto che anche in pieno giorno sarà necessario ricorrere ad un pò di illuminazione ad incandescenza, ma l’atmosfera non é affatto opprimente… si caratterizza invece per una giusta informalità con tavoli di legno e tovagliette di carta, per tacer delle inconfondibili bottiglie di Bellavista adibite a reggicandela. Continue reading “Ancora sul qualità/prezzo (parte 2) @ Vigna Del Mar – Monopoli (BA)”

Ancora sul qualità/prezzo (parte 1) @ Lo Squalo – Monopoli (BA)


Di solito tremo sempre quando qualcuno pronuncia la frase “Conosco un posto dove si mangia bene e si spende poco”. Tuttavia esistono anche i giorni in cui ci si lascia guidare con tacita sottomissione, sopprimendo sul nascere ogni rimostranza, guidati solo dal desiderio di tappare quel fastidioso buco nello stomaco.

Le premesse in questo caso sono buone: “Lo Squalo” non è un ristorante, ma una pescheria ad un tiro di schioppo dallo stadio di Monopoli con un servizio cucina e un gazebo -con parziale vista mare- costruito proprio di fianco al negozio.

La procedura è semplice: si entra nel negozio, si acquista a peso il pesce, che verrà poi cucinato in poche semplici ricette elencate sulla lavagna. Continue reading “Ancora sul qualità/prezzo (parte 1) @ Lo Squalo – Monopoli (BA)”

Progressioni @ Fracia – Teglio (SO)


Certi posti rientrano nella categoria “senza infamia e senza lode”: ci si và per una serie di ragioni che spaziano dalla comodità fino alla spesa contenuta, non traendone in genere grosse soddisfazioni ma nemmeno delusioni. Praticamente un tiepido rifuggire dal rischio ;-).
Il Ristorante Fracia apparteneva a questa categoria… e uso l’imperfetto in quanto specialmente negli ultimi mesi ho riscontrato un deciso miglioramento nella cucina, sia dal vesante “concezione” dei piatti che nella realizzazione degli stessi.

Come molte altre mangiatoie valtellinesi di cui ho già parlato (vedi Il Poggio, Ristoro Castel Grumello e Altavilla) il locale si trova a mezza costa sul versante retico della valle, in mezzo ai vigneti da cui viene ricavato l’omonimo vino di Nino Negri. Parcheggiate la macchina alla base e preparatevi a qualche centinaio di metri di facile salita verso la caratteristica costruzione in pietra che ospita il ristorante. Continue reading “Progressioni @ Fracia – Teglio (SO)”