Gusto e udito @ Seta – Milano


Mi perdonerete se inizio con una lamentela, ma a volte penso che la virtù dell’ascolto sia piuttosto estranea al mondo della ristorazione. Dietro quelle miriadi di "tutto bene?", si nascondono in realtà apparati uditivi non realmente interessati alla risposta… e la cosa sembrerebbe direttamente proporzionata all’importanza del blasone.

L’ultimo episodio a confutare questa tesi è accaduto nel nuovo e scintillante ristorante di Antonio Guida, ex chef del resort extralusso “Il Pellicano” di Porto Ercole, e ora di stanza nel ristorante gourmet del Mandarin Oriental di Milano. Ammetto candidamente il mio sottile imbarazzo nel chiedere la sostituzione di un piatto contenente un ingrediente sgradito alla mia commensale, d’altronde non descritto nel menù, ma comunque non segnalato ad inizio serata. Il cambio, nonostante la successiva comunicazione di tutte le materie prime da evitare, si conclude con uno degli elementi sgraditi testé menzionati in bella mostra nel nuovo piatto.

Eh vabbè, a questo giro mi sono limitato a scostare l’odiato tartufo, per non infierire sul sorridente maître, ma d’altronde la frenesia del servizio può portare a qualche calo d’attenzione. Anche se è da capire se questi svarioni sono o meno perdonabili in un ristorante che stacca conti in tripla cifra. Continue reading “Gusto e udito @ Seta – Milano”

Annunci

Verso ovest @ Gaggan – Bangkok (Thailandia)


Il viaggio di ritorno da Bangkok comincia quando guardi verso ovest: e l’India è proprio lì in mezzo. Per questo piazzare l’ultima cena da Gaggan, prima di andare in aeroporto, è un po’ come iniziare la strada per casa. Siamo nel pieno della megalopoli thailandese, freneticamente in cerca di globalizzazione, per cui non è nemmeno così inusuale trovare qui quello che è considerato il miglior ristorante indiano del mondo, ma non solo.

La World’s 50 Best Restaurants lo piazza al numero 10, ma lo spin-off asiatico della classifica ci dice che in tutto il continente non esiste posto dove mangiare meglio. Confutarlo oggettivamente (o meglio soggettivamente) è compito del singolo avventore. E la cosa non è nemmeno così facile per noi europei, che tendiamo ad equiparare la cucina indiana con il ristorantino etnico sotto casa, quasi ignari della vastità di quella penisola e delle migliaia di sfaccettature che questa assume nelle varie regioni.

A rendere ancora più arduo il compito è l’approccio di Gaggan Anand, nativo di Calcutta ma formatosi nelle cucine di Ferran Adrià, che reinventa le ricette regionali con un piglio ludico e quasi provocatorio, tanto da evocare un paragone con il nostrano Davide Scabin. Continue reading “Verso ovest @ Gaggan – Bangkok (Thailandia)”