Altre aspettative @ Cosme – New York (USA)


Questo slideshow richiede JavaScript.

Devo ancora capacitarmi sul perché non mi sia piaciuto. Non che è che facesse schifo, per carità, ma quando varchi la porta di uno dei 50 ristoranti considerati i migliori del mondo un po’ di aspettative ce le hai. Ma se poi esci chiedendoti come ci sia entrato in quella classifica forse qualcosa che non andava in effetti c’era.

Probabilmente è un problema mio: d’altronde il coro nel mondo del food viaggia entusiasticamente all’unisono, e in molti casi è meglio aderire al pensiero unico. Ma dopotutto non rivestendo il ruolo di influencer, a parte per quei 4 amici che mi chiedono consigli su dove andare a cena, mi posso anche permettere di andare controcorrente.

Ma partiamo dall’inizio: Cosme è il locale newyorkese dello chef Enrique Olvera, ovviamente non presente fisicamente, ma rappresentato in loco da Daniela Soto-Innes, e dalla sua apertura nel 2014 è diventato il punto di riferimento nella grande mela per quanto riguarda la cucina messicana contemporanea. Continua a leggere “Altre aspettative @ Cosme – New York (USA)”

Aspettative @ Le Bernardin – New York (USA)


Questo slideshow richiede JavaScript.

Posso tranquillamente dire che mi aspettavo qualcos’altro, ma badate bene di non dare alcuna accezzione positiva o negativa alla mia affermazione.

Sarà la presenza alla posizione 25 della solita World’s 50 Best Restaurants, solitamente propensa a favorire le avanguardie gastronomiche, sarà per la dichiarata fede buddista dello chef Eric Ripert e la sua stima per la monaca Jeong Kwan (vedi Chef’s Table – s04 ep01), sarà per la leggerezza delle cotture che traspare dalla lettura del menù, ma mai avrei pensato di trovare una cucina classica di stampo marcatamente francese.

A posteriori tuttavia la cosa appare persino logica: siamo in una delle istituzioni della ristorazione newyorkese, uno dei pochi a potersi fregiare dei tre asterischi pneumatici (peraltro nemmeno esposti), dove vige ancora l’obbligo di giacca per i gentiluomini. Continua a leggere “Aspettative @ Le Bernardin – New York (USA)”

Nord-Est @ Aquavit – New York (U.S.A.)


La cucina di avanguardia si sposta sempre più a nord. L’ha detto la critica… o per lo meno quella più istituzionale targata S. Pellegrino. E quindi la Scandinavia (e limitrofi) diventa la nuova Spagna, che a sua volta era la nuova Francia. Almeno fino al primo giugno quando scopriremo se la critica di cui sopra si degnerà improvvisamente di volgere lo sguardo verso sud.

In Italia non se ne trova traccia, a parte nelle polpette dell’Ikea, ma nel melting pot newyorkese appare quasi scontato trovare una delle migliori espressioni della cucina nordica, per giunta in quota rosa e con due (dico due) patacche michelin e con prezzi sotto la media degli altri locali equamente dotati di stelle.

In carta due degustazioni (135 e 105 verdoni) e un menù tre portate a prezzo fisso (85 verdoni): siccome la verità sta nel mezzo mi butto su una sequenza di cinque arricchita dai soliti intermezzi dalla cucina. Continua a leggere “Nord-Est @ Aquavit – New York (U.S.A.)”