Fusione @ KIDO-Ism – Torino


Qualcuno ha pure detto che è il migliore ristorante di Torino. Sicuramente abbastanza per solleticare la mia curiosità e la conseguente smania di confutazione. La cosa si fa ancora più interessante se si pensa che non si sta parlando di cucina tradizionale, ma bensì di un locale che staziona ai confini dell’etnico.

Potrei rispolverare il termine "fusion" una volta tanto non a sproposito: la contaminazione di culture differenti è sicuramente un aspetto non marginale nell’ambito della ristorazione, che negli ultimi anni ha portato un nutrito numero di cuochi a guardare sempre più verso oriente, e ad importare tecniche e gusti delle cucine medio ed estremo-orientali.

L’interpretazione dello chef Takashi Kido è persino più personale e quindi intrinsecamente borderline: nato e cresciuto professionalmente in Giappone, si è trasferito poi in Spagna ed in Italia, e oggi concretizza il suo background lavorativo in un ibrido alquanto originale ed innovativo. Continua a leggere “Fusione @ KIDO-Ism – Torino”

Avventatezza @ Magorabin – Torino


L’idea indotta che mi ero fatto era qualcosa del tipo “o lo ami, o lo odi”. Poche le sfumature intermedie che si possono trovare nei resoconti sparsi per il web, riferendosi quantomeno a quelli attendibili. E in mezzo ad opinioni così contrastanti il presunto gourmet ci sguazza, follemente desideroso di essere l’ago della bilancia.

Sta di fatto che armato di una solleticata curiosità, sono riuscito finalmente a trovare l’occasione per varcare le porte del Magorabin, sito in zona centralissima di Torino, ad un letterale tiro di schioppo dalla Mole Antonelliana.

L’aspetto anticonvenzionale dello chef Marcello Trentini, non fosse altro per i lunghissimi dreadlock, stride non poco con l’eleganza della piccola sala (sarà per quello che non ha mai fatto la sua comparsa? 😉 ), e la formale cortesia del personale. Tutto, insomma, rientra perfettamente nei canoni dell’asterisco Michelin. Continua a leggere “Avventatezza @ Magorabin – Torino”

Sconti e occasioni @ La Credenza – San Maurizio Canavese (TO)


In conclamati tempi di crisi la ricerca del prezzo scontato, o "deal" per usare un termine più in auge, viene prepotentemente alla ribalta. E si spiega così il proliferare di siti di occasioni, fra cui il più famoso è senza dubbio Groupon, che propongono offerte in svariati settori merceologici a prezzi -almeno apparentemente- assai convenienti, a fronte dell’acquisto anticipato del cosiddetto "coupon".

Per quanto riguarda il settore ristorazione il sopraccitato sito è intasato di offerte in stile "all-you-can-eat", o comunque di scarso appeal per l’autoproclamato gourmet, che potrebbe invece provare interesse per la seminascosta sezione "Premium" dove trovare opulenza di degustazioni in ristoranti financo Michelin-sgommati con sconti superiori al 50%.

Ispirato dal ben più noto Dissapore e spinto da indicibile curiosità, ho acquistato svariati mesi fa il deal per un pranzo alla Credenza di San Maurizio Canavese (TO): 99€ per 11 portate per due persone contro i 240€ richiesti ai normali avventori non couponati, con un risparmio netto del 58,75%. Continua a leggere “Sconti e occasioni @ La Credenza – San Maurizio Canavese (TO)”

>50 @ Combal.zero – Rivoli (TO)


L’Italia ha preso una bella batosta nella classifica dei 50 migliori ristoranti del mondo stilata da Restaurant Magazine e finanziarimanete pompata da S. Pellegrino, sopratutto in virtù dell’esclusione di Davide Scabin, ma anche per il mancato ingresso in lista di Enrico Crippa su cui molti scommettevano alla vigilia.

Sarei persino disposto a farmene una ragione per l’uscita di Carlo Cracco, chef ormai troppo mediaticamente commerciale per meritarsi le attenzioni dei giurati, come se l’eccesso di mediaticità nuocesse alla qualità della cucina, ma per Scabin proprio no!

Da anni considerato "lo che più creativo della cucina italiana", Davide Scabin ha sempre tenuto un approccio estremamente giocoso verso il cibo, concettualizzandolo e dando molto importanza alla presentazione, o "packaging", come molti amano dire parlando di questo estroso personaggio.

Di certo, in linea con le tendenze culinarie degli ultimi anni, le estrosità si sono un po’ ridotte, mentre è invece rimasta costante l’attenzione verso il gusto… perché parliamo innanzitutto di un grande cuoco nel senso più "tradizionale" del termine. Continua a leggere “>50 @ Combal.zero – Rivoli (TO)”

Tutto il mondo è paese @ La Barrique – Torino


E rieccoci con i tovagliati lunghi (in questo caso lunghissimi, direi quasi fastidiosi), appetizer e pre-dessert, servizio cortese e un po’ ingessato e un ambiente stile bomboniera… l’ideale per compiacere gli ispettori della guida rubiconda dei cugini transalpini.

Non che la cosa mi dispiaccia, visto che il desiderata finale è solo quello di "stare bene", ma pungolato dal continuo starnazzare sul fatto che la ristorazione come la conosciamo è bella che morta e sepolta, che c’è crisi e che bisogna cambiare l’approccio alla clientela, prendo atto che, nonostante tutto, il modello in stile "asterisco Michelin" miete sempre molti consensi… almeno a giudicare dal pienone di un sabato a pranzo 😉

Capiamoci subito: è solo uno sfogo estemporaneo, perché alla Barrique si sta bene e si mangia altrettanto. E’ solo una effimera constatazione su quanto tutto il sistema ristorazione sia refrattario ai cambiamenti.

In questo bel locale torinese tutto scorre liscio, con una cucina di terra e mare, in giusto equilibrio fra tradizione e innovazione.
Volendo costruire il pranzo intorno ad una bottiglia di un rosso piemontese serio, la carta appare un po’ sbilanciata nelle proposte. La scelta sugli antipasti (escludendo il foie gras, che richiede quasi obbligatoriamente un passito) e sui primi si riduce ad un singolo piatto, mentre sui secondi le proposte di carne sovrastano decisamente quelle di pesce lasciando margini di scelta più ampi. Continua a leggere “Tutto il mondo è paese @ La Barrique – Torino”

Divertimento & Food-Design @ Combal.0 – Rivoli (TO)


Capasanta alla Thailandese

Questa cena risale ormai a piu’ di due mesi fa, ma credo sia stata talmente memorabile da meritare un post a posteriori :-), considerando anche che il giornale statunitense “Food & Wine” ha recentemente citato il Combal.0 (si pronuncia all’italiana senza derive anglofone: combàl punto zero) fra i “Top 10 Life Changing Restaurants”… ossia i 10 ristoranti dove “mangiare ti cambia la vita”.
Il sito ufficiale del ristorante, per quanto scarsamente aggiornato, offre gentilmente una serie di immagini dei piatti che integrero’ con qualche scatto fatto in serata.

La sala si palesa in una luuuunga struttura in ferro e vetro, che sembra atterrata di fianco al castello di Rivoli… già prima di iniziare si capisce che si è finiti in un posto fuori dal comume :-). Tavoli molto ampi e un bel panorama a conciliare l’appetito.

Per il goloso-curioso la scelta non puo’ che ricadere sul menu’ “.Zero”: 13 portate di creatività allo stato puro, senza limitazioni territoriali, con tanta voglia di non prendersi troppo sul serio e di mettere alla prova il palato. In carta a 160€ con annesso barattolo di pomodori omaggio… comodissimo da utilizzare come porta-penne una volta svuotato del contenuto ;-). Continua a leggere “Divertimento & Food-Design @ Combal.0 – Rivoli (TO)”

Cena in (ex)casa savoia @ Dolce Stil Novo – Venaria Reale (TO)


Parlando di Savoia in questo periodo viene da pensare con piu’ facilità alle discutibili performance canore dell’erede al trono italico che alle residenze sabaude in Piemonte, dal 1997 patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. Fra queste la reggia di Venaria Reale ha un interesse particolare anche nel mondo gourmet: dopo due secoli di abbandono e un restauro decennale la residenza di caccia sabauda ha riaperto i battenti nell’ottobre 2007, ospitando al suo interno il ristorante “Dolce Stil Novo” trasferitosi qui dalla vecchia sede di Ciriè.

4 piani di ascensore e ci si ritrova nelle tre sale del ristorante: niente arredamenti in stile Luigi XIII ma piuttosto una scelta “vintage annni 70″… molto di tono ma piuttosto asettico.
Ci affidiamo allo chef Alfredo Russo (classe 1968) per un percorso degustazione a sorpresa di 9 portate. Continua a leggere “Cena in (ex)casa savoia @ Dolce Stil Novo – Venaria Reale (TO)”