Senza concorrenza @ Eden – Cosio Valtellino (SO)


La Valtellina potrebbe essere un caso di studio interessante su come le mode gastronomiche attecchiscano qui con notevole ritardo: da un paio d’anni stanno facendo capolino i primi sushi all-you-can-eat mentre hamburgerie e pizzerie cosiddette "gourmet" sono ancora mosche bianche.

Da considerare comunque che l’abuso del sopraccitato termine "gourmet", utilizzato sempre più spesso a mo’ di specchietto per le allodole, comincia ad indispormi palesemente, specie se associato a preparazioni di conclamata semplicità. Chi lo ostenta con malcelato orgoglio si lancia di solito in improbabili funambolismi gastronomici, tralasciando magari i concetti base.

Concentrandosi sul tema "pizza" il livello in provincia di Sondrio si attesta tuttalpiù sulla decenza, con l’unica eccezione riscontrata (fino ad ora) di questo ristorante/pizzeria Eden, imboscato in un edificio dall’improbabile color rosa antico nelle viuzze di Cosio Valtellino, ridente borgo a ridosso di Morbegno. Continua a leggere “Senza concorrenza @ Eden – Cosio Valtellino (SO)”

L’originalità ritrovata @ Compagnia delle Osterie – Morbegno (SO)


È la personalità che fa la differenza, e negli ultimi tempi in Valtellina si è decisamente sentita la mancanza di cucine che ne sono dotate. La perdita di alcuni dei cuochi più originali (vuoi per trasferimenti fuori valle, vuoi per altri motivi) ha ulteriormente accentuato il già radicato tradizionalismo gastronomico della zona.

Una delle figure che ho sempre ritenuto più interessanti è stato Daniele Pennati, inizialmente dietro i fornelli del ristorante Soltojo di Caiolo, di cui avevo perso le tracce dopo il divorzio con l’allora proprietà… fino alla subitanea ricomparsa in questo nuovo locale morbegnese.

Il tempo certo ha portato consiglio: qualche colpo di testa in meno e un po’ più di concretezza hanno giovato alla cucina del giovane chef, sempre pregna di citazioni a più illustri colleghi (il tuorlo d’uovo marinato di Carlo Cracco, o il finto sigaro dei fratelli Roca, giusto per citarne alcuni). Continua a leggere “L’originalità ritrovata @ Compagnia delle Osterie – Morbegno (SO)”

Fra una valle e l’altra @ Osteria del Crotto – Morbegno (SO)


Se volete venire in Valtellina senza inerpicarvi per qualche valico montano, l’unica soluzione è risalire fino alla cima uno qualsiasi dei due rami del Lago di Como e, giunti a Colico, eseguire una sterzata a 90° fra le montagne. Addentrandosi poi lungo il bacino idrografico dell’Adda, il primo centro abitato di una certa rilevanza che si palesa sulla strada è Morbegno.

Per molti aspetti più rappresentativa del capoluogo di provincia, la città lega il suo nome a due delle più importanti manifestazioni gastronomiche della valle: le "cantine aperte" la "Fiera del Bitto".

Sopratutto quest’ultima ha un’identità territoriale molto spiccata, e non solo perché il famoso formaggio prende il nome dal torrente che attraversa il centro abitato, ma anche perché la zona di produzione più vocata si trova negli alpeggi orobici nei pressi della cittadina (le cosidette "valli del Bitto").

Una delle osterie più attive nella valorizzazione del prodotto principe della zona è questa interessante "Osteria del Crotto", ubicata a mezzacosta non lontano dal centro, che dalle ampie vetrate della sala (o direttamente dal terrazzo nella bella stagione) offrirà una piacevole vista sulla zona circostante e sul bel campanile di San Martino, che si staglia austero e imperioso a tagliare l’orizzonte. Continua a leggere “Fra una valle e l’altra @ Osteria del Crotto – Morbegno (SO)”

Personalità doppia @ Vecchio Ristorante Fiume – Morbegno (SO)


Se cercate del movimento nella bassa Valtellina la prima cosa da fare è evitare il capoluogo: nonostante il recupero di alcune zone del (defilato) centro storico, la città rimane principalmente ad uso uffico.
Molto meglio optare per la più piccola e poco distante Morbegno, per le cui vie troverete qualcosa di più rispetto al classico cane e al cespuglio rotolante ;-).

Proprio nel pieno centro storico, a poca distanza dal torrente Bitto, nelle vie lastricate di sanpietrini, trova ubicazione una delle classiche mangiatoie morbegnesi. Data la collocazione centrale il parcheggio potrebbe rivelarsi un terno al lotto, ma considerando anche le ridotte dimensioni del borgo non aspettatevi più di 5 minuti di camminanta.

Il locale presenta sale intonacate di bianco, pavimento in cotto e arredamento un po’ retrò. Apparecchiatura con tovagliato medio-lungo, posateria e cristalli di qualità a sopperire alle classiche, e non proprio comodissime, sedute con liste di legno ricurve e fondo impagliato. Continua a leggere “Personalità doppia @ Vecchio Ristorante Fiume – Morbegno (SO)”