Errare è umano @ Lanterna Verde – Villa di Chiavenna (SO)


Forse complice la canicola, ma mi accorgo oggi di avere leggermente sottovalutato questo storicissimo locale chiavennasco nel mio precedente passaggio datato Agosto 2010… niente a cui una impeccabile cena di cinque portate, in una sera di inizio primavera, non possa porre rimedio ;).

Mi rendo d’altronde conto che è molto più semplice farsi impressionare da una ben eseguita cucina creativa, piuttosto che da una eccellente tradizionalità, apprezzabile sopratutto per la qualità delle materie prime e per le cotture. Dettagli che, se assenti, possono essere nascosti al palato inesperto da qualche fantasioso divertissement, magari financo molecolare.

Le tenebre nascondono i verdi castagneti, ma evidenziano l’insegna smeraldina che risplende in lontananza oltre il laghetto. Una discesa e una salita e ci si ritrova nella sala interna ampia e ariosa, dall’alto soffitto in legno chiaro e ben arredata… a parte gli orrendi murales naif a cui è possibile comodamente voltare le spalle :-P.

Lista estensiva anche nelle degustazioni, senza il vincolo “solo per l’intero tavolo”, che possono oltretutto essere modificate praticamente a piacere. Il fil rouge stavolta lo fornirà la degustazione “Profumi e sapori delle stagioni – Primavera” con una aggiunta. Continua a leggere “Errare è umano @ Lanterna Verde – Villa di Chiavenna (SO)”

Tradizione, territorio, ricerca e fantasia @ Lanterna Verde – Villa di Chiavenna (SO)


Non basta spingersi fino a Chiavenna. Bisogna proseguire in direzione del confine elvetico, lasciandosi alle spalle le belle cascate dell’ Acqua Fragia: una doccia naturale, ideale per sfuggire alla torrida afa di agosto. Una volta passato il lago artificiale formato dalle acque verdoline del fiume Mera, giunge il momento di abbandonare la strada principale e addentrarsi nella frazione San Barnaba fino a questo edificio color caffè, sede di uno dei più rinomati ristoranti della zona.

Che questa cucina sia particolarmente apprezzata oltre confine lo si capisce dalla quantità di auto a targa svizzera presenti nel parcheggio, soprattutto ora che il cambio CHF/EUR è particolarmente vantaggioso (per gli svizzeri ;-)).

Non ci addentriamo nemmeno nelle ampie sale interne, ma ci accomodiamo direttamente sotto l’accogliente pergolato circondato da gelsomini. L’apparecchiatura è fine e i tovagliati lunghi, ma forse da un posto di questa caratura ci si aspetterebbe qualche ricercatezza in più nell’arredo da esterni, rispetto ai classici tavoli e sedie da giardino in plastica bianca. Continua a leggere “Tradizione, territorio, ricerca e fantasia @ Lanterna Verde – Villa di Chiavenna (SO)”