Bonaccia @ Villa Crespi – Orta San Giulio (NO)


Read this post in English

E’ innegabile che la popolarità di Antonino Cannavacciuolo sia esponenzialmente cresciuta negli ultimi anni, al pari della clientela del suo ristorante principale di Orta San Giulio, che ormai può vantare una lista di attesa di un paio di mesi per qualsiasi giorno della settimana. Diretta conseguenza anche l’apertura del bistrot novarese (di cui già parlammo qui) e l’ormai imminente gemello a Torino.

L’esposizione mediatica tende però ad attirare una tipologia di avventore decisamente meno esigente (se così possiamo dire) e il legittimo dubbio dell’estimatore della prima ora, come già ci chiedemmo per Carlo Cracco qualche tempo fa, è se l’eccesso di successo (e mi si scusi la rima) possa in qualche modo aver influito sulla qualità.

Di certo l’amenità dell’ambiente non ne ha risentito: siamo sempre nella meravigliosa villa in stile moresco sulle sponde del lago d’Orta, alle cui barocche sale fanno da contraltare tovagliati lunghi e posateria d’argento, senza nessuna concessione alle mode minimaliste nordiche. Forse più in affanno il servizio, anche se testato a fine stagione quando la stanchezza del personale di sala si fa ormai palpabile. Continua a leggere “Bonaccia @ Villa Crespi – Orta San Giulio (NO)”

Sull’amenità @ Villa Crespi – Orta San Giulio (NO)


ATTENZIONE: Esiste un post più recente su questo ristorante che potete trovare qui.

Amenità: termine sul quale ormai la guida rossa Michelin ha imposto un copyright virtuale a suon di forchettine e casette rosse (ristoranti e alberghi particolarmente “ameni”).

Prendendo la definizione letterale da dizionario (piacevole, specialmente alla vista) non si può negare che il borgo di Orta San Giulio ci ricada in pieno, con i suoi pittoreschi vicoli, la piccola piazza in riva al lago omonimo da cui godere la vista dell’abbazia sull’isola antistante, la salita acciotolata al Sacro Monte e tanti piccoli altri dettagli: una meta perfetta per la gita domenicale fuori porta.

Amena si può anche definire la struttura dell’Hotel Ristorante Villa Crespi, riconoscibile fin da lontano per il suo poderoso minareto: ebbene sì, l’hotel e il ristorante gourmet annesso hanno la loro sede in questa villa in stile moresco, datata 1879 e costruita dall’omonimo commerciante con una radicata passione per l’oriente.

Nelle eleganti sale dai lignei pavimenti e dai soffitti riccamente intarsiati va in scena la cucina dello chef partenopeo Antonino Cannavacciuolo, da anni emigrato in Piemonte, uno dei cuochi più in ascesa (e coccolato dalle guide) degli ultimi anni.
La location è quanto di meglio ci si possa attendere e apparecchiatura e servizio seguono a ruota. Continua a leggere “Sull’amenità @ Villa Crespi – Orta San Giulio (NO)”