Tutto il mondo è paese @ La Barrique – Torino


E rieccoci con i tovagliati lunghi (in questo caso lunghissimi, direi quasi fastidiosi), appetizer e pre-dessert, servizio cortese e un po’ ingessato e un ambiente stile bomboniera… l’ideale per compiacere gli ispettori della guida rubiconda dei cugini transalpini.

Non che la cosa mi dispiaccia, visto che il desiderata finale è solo quello di "stare bene", ma pungolato dal continuo starnazzare sul fatto che la ristorazione come la conosciamo è bella che morta e sepolta, che c’è crisi e che bisogna cambiare l’approccio alla clientela, prendo atto che, nonostante tutto, il modello in stile "asterisco Michelin" miete sempre molti consensi… almeno a giudicare dal pienone di un sabato a pranzo 😉

Capiamoci subito: è solo uno sfogo estemporaneo, perché alla Barrique si sta bene e si mangia altrettanto. E’ solo una effimera constatazione su quanto tutto il sistema ristorazione sia refrattario ai cambiamenti.

In questo bel locale torinese tutto scorre liscio, con una cucina di terra e mare, in giusto equilibrio fra tradizione e innovazione.
Volendo costruire il pranzo intorno ad una bottiglia di un rosso piemontese serio, la carta appare un po’ sbilanciata nelle proposte. La scelta sugli antipasti (escludendo il foie gras, che richiede quasi obbligatoriamente un passito) e sui primi si riduce ad un singolo piatto, mentre sui secondi le proposte di carne sovrastano decisamente quelle di pesce lasciando margini di scelta più ampi. Continua a leggere “Tutto il mondo è paese @ La Barrique – Torino”