Update @ Ilario Vinciguerra Restaurant – Gallarate (VA)


Avveniva circa un paio d’anni fa l’apertura del nuovo locale dello chef Ilario Vinciguerra, nel quasi-centro di Gallarate, con immediati riscontri di critica, tutti rigorosamente entro un tempo massimo di dieci giorni dall’inaugurazione. Tanto si sa… un nuovo locale non ha certo bisogno di rodare.

Con il consueto ritardo arrivai pure io, trovando (nel post di ottobre 2011) una cucina sicuramente maturata, rispetto ai vecchi tempi della terrazza con vista lago di Varese, ma raccogliendo qualche perplessità dovuta in primis alla freddezza dell’ambiente, ai tempi di attesa e a qualche incertezza nel servizio.

A bocce ormai abbondantemente ferme trovo finalmente l’occasione di ritornare nelle algide sale dello chef partenopeo, entrato nel frattempo nel novero dei monostellati-bicappellati-triforchettati.

Qualcosa è cambiato? Continue reading “Update @ Ilario Vinciguerra Restaurant – Gallarate (VA)”

La strana coppia @ Ilario Vinciguerra Restaurant – Gallarate (VA)


Nel bene o nel male sono sempre i migliori che ti danno qualcosa di cui parlare, e Ilario Vinciguerra non fa eccezione. Da circa sei mesi, con grandi levate di calici e qualche strascico polemico, il locale dello cuoco partenopeo ha trasferito la sua sede nel pieno centro di Gallarate, in una squadrata villa liberty con tanto di parco annesso, abbandonando i piccoli locali di Galliate Lombardo dove già operava sotto l’insegna di “Antica Trattoria Monte Costone”.

D’altronde i consensi erano -e sono tutt’oggi- in costante impennata, e il piccolo paese lacustre cominciava ad essere un po’ stretto per le ambizioni di un giovane chef in ascesa: a quanto pare sarò uno dei pochi a rimpiangere, ahimè, la piccola e accogliente saletta di Galliate e, soprattutto, la bella terrazza vista lago.

La villa gallaratese ha comunque un buon coefficiente di amenità, regalando spazi decisamente più ampi (sia per le sale che per la cucina) per quanto asettici, e ha conquistato molto velocemente i favori della clientela della cittadina industriale.

Il passaggio non è comunque indolore: dopo sei mesi il servizio non è immune da affanno, tempi di attesa dilatati, e svarioni vari, come fanno del resto presagire le giacche decisamente oversize del personale di sala. Siamo insomma ancora lontani dalla cortese efficienza di Villa Crespi dell’altrettanto campano Antonino Cannavacciuolo, nella cui ombra i maligni hanno sempre piazzato il buon Vinciguerra. Continue reading “La strana coppia @ Ilario Vinciguerra Restaurant – Gallarate (VA)”