Aspettative @ Le Bernardin – New York (USA)


Questo slideshow richiede JavaScript.

Posso tranquillamente dire che mi aspettavo qualcos’altro, ma badate bene di non dare alcuna accezzione positiva o negativa alla mia affermazione.

Sarà la presenza alla posizione 25 della solita World’s 50 Best Restaurants, solitamente propensa a favorire le avanguardie gastronomiche, sarà per la dichiarata fede buddista dello chef Eric Ripert e la sua stima per la monaca Jeong Kwan (vedi Chef’s Table – s04 ep01), sarà per la leggerezza delle cotture che traspare dalla lettura del menù, ma mai avrei pensato di trovare una cucina classica di stampo marcatamente francese.

A posteriori tuttavia la cosa appare persino logica: siamo in una delle istituzioni della ristorazione newyorkese, uno dei pochi a potersi fregiare dei tre asterischi pneumatici (peraltro nemmeno esposti), dove vige ancora l’obbligo di giacca per i gentiluomini.

Nostalgici della nouvelle cuisine in gita a Nuova York, ecco quindi il posto che fa per voi. A Le Bernardin si serve una cucina di stampo prevalentemente marino, con uso diffuso di ingredienti pregiati e salse a specchio alquanto burrose. Cosa a quanto pare molto apprezzata dalla clientela, prevalentemente composta da facoltosi indigeni, e solo in minima parte da appassionati gourmet.

I risultati sono comunque quantomai apprezzabili (siamo sempre in un "tristellato" dopo tutto), considerando la perizia tecnica e la qualità degli ingredienti alla base. Sebbene mi rimanga qualche dubbio sulla cottura troppo light di quel polpo, non posso che definire ogni piatto se non ineccepibile.

Nota positiva sul prezzo che, per quanto importante, si mantiene persino al di sotto di molti locali di pari livello in città: con l’equivalente di 140€ (più mancia 😉 ) avrete comunque diritto ad un menù alla carta completo di 4 portate. Di contro sono da segnalare i soliti ricarichi astronomici sui vini, pesantemente influenzati dalla pesante tassazione statunitense sugli alcolici.

Servizio ingessato di stile classico, dove i vari ruoli sono ben evidenziati dalla differenza delle divise (con tanto di tastevin per i sommelier). Esperienza raccomandata per sentirsi parte del jet set newyorkese… e tutto sommato per mangiare più che bene.

Le portate

Appetizer (Lato A)
[]
Appetizer (Lato B)
[]
Merluzzo grigliato leggermente salato, insalata di piselli, salsa al burro allo yuzu e zenzero.
[]
Capesante appena scottate, fagioli di mare, salsa al burro al bonito.
[]
Polpo spadellato, salsa di tomatillo, salsa al vino rosso.
[]
Scampi spadellati, foie gras, vinagrette all’aceto balsamico e tartufi.
[]
Astice al forno, polenta cremosa di mais bianco, salsa gumbo al vino rosso.
[]
Halu hawaiano e Wagyu spadellato, salsa speziata al vino rosso.
[]
Fico arrostito al legno d’acero, crema al mascarpone, jalapeno, gelato alla vaniglia di Tahiti.
[]

Prezzi (Dicembre 2018)

4 portate alla carta: 160$
Degustazioni: 170$-187$-225$

Indice di gradimento

Le Bernardin

155 W 51st St,
New York, NY 10019
Stati Uniti

Tel. +1 212-554-1515

www.le-bernardin.com

Chiuso sabato a pranzo e domenica

Una risposta a "Aspettative @ Le Bernardin – New York (USA)"

  1. Rosario

    Ho visto l’altro ieri quel meraviglioso episodio di Chef’s Table su Netflix e ne sono rimasto piacevolmente affascinato. Non conoscevo Ripert né Kwon e mi è venuta una sorta di curiosità mistica di provare, cosa a quanto pare impossibile, i piatti della Kwon. Dovrò diventare un monaco buddhista, forse in un’altra vita 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...