Bonaccia @ Villa Crespi – Orta San Giulio (NO)


Read this post in English

E’ innegabile che la popolarità di Antonino Cannavacciuolo sia esponenzialmente cresciuta negli ultimi anni, al pari della clientela del suo ristorante principale di Orta San Giulio, che ormai può vantare una lista di attesa di un paio di mesi per qualsiasi giorno della settimana. Diretta conseguenza anche l’apertura del bistrot novarese (di cui già parlammo qui) e l’ormai imminente gemello a Torino.

L’esposizione mediatica tende però ad attirare una tipologia di avventore decisamente meno esigente (se così possiamo dire) e il legittimo dubbio dell’estimatore della prima ora, come già ci chiedemmo per Carlo Cracco qualche tempo fa, è se l’eccesso di successo (e mi si scusi la rima) possa in qualche modo aver influito sulla qualità.

Di certo l’amenità dell’ambiente non ne ha risentito: siamo sempre nella meravigliosa villa in stile moresco sulle sponde del lago d’Orta, alle cui barocche sale fanno da contraltare tovagliati lunghi e posateria d’argento, senza nessuna concessione alle mode minimaliste nordiche. Forse più in affanno il servizio, anche se testato a fine stagione quando la stanchezza del personale di sala si fa ormai palpabile.

Fortunatamente anche il desinare si mantiene sui livelli pre-televisivi: le degustazioni puntano fortemente sui cavalli di battaglia della maison, primi su tutti le onnipresenti linguine con calamaretti spillo e salsa di pane di segale e gli scampi alla pizzaiola, nel poco velato tentativo di rassicurare la nuova clientela non-gourmet. Lo stile, da sempre basato sulla commistione nord-sud, si può ormai definire classico e in rari frangenti persino datato, come il piccione con foie gras, di chiara impronta transalpina, penalizzato però da un eccesso di grassezza.

L’impressione generale, rispetto a qualche anno fa è quella di un leggero aggiustamento di rotta, o per meglio dire di volontaria bonaccia, motivato dalla massiccia presenza di frequentatori forse più interessati a farsi un selfie con uno degli chef del momento e poi vantarsi con gli amici di aver desinato a questo desco.

Villa Crespi rimane tutt’oggi un eccellente ristorante di matrice classica sotto tutti gli aspetti, e un ottimo entry-point per approcciare la cucina d’autore. per cucine più avanguardiste la rotta punta però ad altri lidi.

Le portate

Finger food
[]
Insalata liquida
[]
Scampi di Sicilia alla “pizzaiola”, acqua di polipo
[]
Linguine di Gragnano con calamaretti spillo, salsa al pane di segale
[]
Triglia, cime di rapa, patate e guazzetto di provola
[]
Suprema di piccione, fegato grasso al grué di cacao, salsa al Banyuls
[]
Pina colada analcolica
[]
…Crostata… rabarbaro e fragole
[]
Piccola pasticceria
[]
Sfogliatelle alla panna e babà al rum
[]

Prezzi (Dicembre 2016)

Antipasti: 45-60€
Primi: 35-40€
Secondi: 50-60€
Dessert: 18-25€
Degustazioni: 105-150-175€

Altre Foto

Indice di gradimento

Villa Crespi

Via G. Fava, 18
28016 Orta San Giulio (NO)

Tel. +39 0322 91.19.02

www.villacrespi.it

Chiuso lunedì e martedì a pranzo. Novembre e dicembre anche martedì sera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...