L’ultimo baluardo @ Il Tabernario Enoteca delle Alpi – Sondrio


Read this post in English

Tendenzialmente ignorato dalla "grande" critica, a parte una fugace apparizione sul Corriere della Sera in una classifica di enoteche lombarde, il Tabernario (sottotitolato "Enoteca delle Alpi" ) è una delle poche realtà interessanti a Sondrio città (azzarderei persino l’unica), la cui offerta nel settore ristorazione non ha certo brillato negli ultimi anni.

Aperto verso fine 2011, il locale non ha da subito trovato una propria identità: la formula è da sempre polivalente e va a coprire pranzo-aperitivo-cena-dopocena, ma è solo con l’avvento tra i fornelli di Daniele Pennati, che avevamo già avuto modo di apprezzare nella prima versione del Soltojo di Caiolo e nella fugace avventura alla Compagnia delle Osterie di Morbegno, che la proposta gastronomica ha assunto una direzione ben precisa, allontanandosi dalle preparazioni più semplici della prima ora.

La cucina del giovane chef è sempre stata caratterizzata da una forte e originale personalità, persino ostica per la coriacea clientela locale, ma la collocazione in un ambiente più informale rispetto alle precedenti esperienze sembra oggi far quadrare il cerchio.

Sono sempre presenti una decina di proposte in carta, senza apparenti e canoniche suddivisioni, molto spesso ordinabili in versione "tapas" (mezza porzione/quasi mezzo prezzo), o incastrabili in mini-menù degustazione di 3/4 portate dal conveniente costo variabile dai 20 ai 25 Euro e oltretutto componibili a piacere.

La rotazione delle proposte assai frequente, sicuramente dettata dalla reperibilità delle materie prime e dall’estro del cuoco, rappresenta contemporaneamente il pregio e il difetto di questa formula: l’avventore abituale troverà sicuramente più varietà di scelta, ma d’altro canto la continua e incessante ricerca potrebbe portare ad assaporare qualche boccone non proprio bilanciato. Per i più tradizionalisti rimane sempre e comunque la possibilità di puntare sui classici taglieri di salumi e formaggi.

Il companatico è supportato da una buona selezione enologica sia in bottiglia che in mescita, giustamente incentrata sulle produzioni telline, a cui aggiungere diverse birre artigianali (di cui una prodotta appositamente per il locale dal birrificio Revertis) e svariati gin… ottimi per la conclusione di serata ;-).

Ci sono insomma tutti gli elementi per raccomandare il locale ad ogni ora del giorno (compresa la pausa pranzo), considerando anche il rapporto soldi/goduria favorevole e la scarsità di valide alternative nelle immediate vicinanze.

Le portate

Calamaro, patata, olive, capperi, cozze
[]
Foie gras, pan brioche, mostarda di mela
[]
Trota salmonata affumicata, ceci, variegata
[]
Trota salmonata affumicata, cime di rapa, tapioca
[]
Soba valtellinese
[]
Tagliatelle di grano saraceno, crema di latteria, missoltino in polvere, uova di lavarello
Grissini bolliti agli spinaci, lumachine di mare, arancio
[]
Ravioli di carne, crauti, lonzino di maiale
[]
Passatelli asciutti, lumachine di mare
[]
Polpo, brie, asparagi
[]
Tonnetto, cavolo cappuccio, carote, rape
[]
Panna cotta, fragole, cacao
[]

Prezzi (Ottobre 2016)

Portate: 8-12€
Dolci: 5€
Degustazioni: 20-25€

Indice di gradimento

Il Tabernario – Enoteca delle Alpi

Via Zara 2/H
Sondrio

Tel. +39 0342 053040

www.enotecadellealpi.it

Chiuso lunedì sera

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...