Mininoma @ 108 – Copenhagen (Danimarca)


Il Noma chiude a fine anno. Per chi non lo sapesse si tratta del ristorante di Copenhagen, per anni considerato il migliore al mondo, guidato da René Redzepi il cui grande e indubbio merito è stato dare nuova linfa e prestigio alla cucina nordica. I futuri progetti (a scadenza 2017) prevedrebbero una nuova location in città (si presume sempre nel quartiere-isola di Christianshavn), a cui associare una fattoria urbana, e un menù completamente vegetariano.

L’imminente trasloco non sembra tenere sufficientemente impegnato lo chef danese, che ha persino trovato il tempo di aprire la versione bistrot del proprio locale di imminente chiusura. Il 108, prevedibile riferimento al numero civico, non dista più di 200 metri dalla casa madre e vede alla gestione diversi personaggi già in forze al Noma, fra cui Kristian Baumann ai fornelli.

L’atmosfera è sicuramente molto rilassata, con tavoli molto ravvicinati (anche troppo) e un personale che per una volta si può definire veramente amichevole. L’aspetto segue inevitabilmente le tendenze di design minimal scandinave, con tavoli privi di tovaglia e distribuiti in quello che era un ex magazzino portuale dalle colonne di cemento vivo e decorazioni mutuate da reperti di archeologia industriale.

La minuta delle vivande, sorprendentemente priva dei soliti noti (merluzzo e salmone), conta una decina abbondante di piatti senza nessuna suddivisione formale, con svariate scelte solo vegetali per accontentare i puristi del genere. Rispetto ai previsti sentori da insalata scondita che mi sarei aspettato da un approccio "nordico" (mea culpa, ma forse si è parlato troppo di muschi, licheni e formiche vive), la prova delle papille convince invece grazie ad una notevole concentrazione dei sapori, non scevra di una certa grassezza.

Il piatto simbolo della serata è senza dubbio da ricercarsi nella coda di bue, brasata, racchiusa in sfere e completata da aghi di pino, che rappresenta molto bene l’idea di cucina redzepiana. I prezzi, considerando l’elevata media locale, sono da considerarsi abbordabili, dove con questo intendo comunque una spesa che si aggirerà almeno sui 50€.

Non siamo comunque di fronte ad un Noma di serie B, ma ad un locale con una precisa identità, destinato a diventare una delle soste informali più interessanti della capitale danese.

Le portate

Il pane
[]
Steli di lattuga con uova di rombo
[]
Agnello crudo con sottaceti dell’anno prima
[]
Coda di bue brasata con pino fresco
[]
"pelle del latte" caramellata con pancia di maiale grigliata e crescione
[]

Prezzi (Agosto 2016)

85-200 DKK per portata (11,50-27€ circa)

Altre foto

Indice di gradimento

108

Strandgade 108
Copenhagen K 1401
Danimarca

Tel. +45 3296 3292

www.108.dk

Chiuso lunedì e martedì

Annunci
Posted in Senza categoria

One thought on “Mininoma @ 108 – Copenhagen (Danimarca)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...