Il terzo gode @ Pisacco – Milano


E’ dal rientro dalle vacanze estive che l’attesa si era fatta trepidante. La telenovela gastronomica di piazza della Scala si è protratta per un po’ fra voci di corridoio, smentite e auspicate riappacificazioni. Ma alla fine il divorzio fra il torreggiante chef Andrea Berton e la maison Trussardi si è alla fine consumato, lasciando sul campo un asterisco Michelin e la nuova consulenza dell’onnipresente Carlo Cracco, che, complice la ripresa di Master Chef, nel suo omonimo ristorante ci starà sempre meno.

Fra i due litiganti il terzo che gode è rappresentato da questo locale di nuova apertura in zona Brera, dall’enigmatico nome di Pisacco, che ha strombazzato a destra e a manca la consulenza del sopraccitato Berton, arrivando financo a dedicargli un piatto della carta.

Eh sì, l’hamburger del Caffè Trussardi, era infatti diventato un oggetto di culto fra gli appassionati del genere (praticamente tutti in questo periodo), che, a fronte di una riduzione di prezzo del 50%, saranno ben lieti di perdonare qualche trascurabile sbavatura nella preparazione.

La politica del costo contenuto è infatti il nerbo portante di Pisacco che offre una selezione di portate e vini in numero ridotto, ma a prezzi che risulterebbero onesti persino a Sondrio. Ma si badi a non compromettere la qualità! E la filosofia di fondo infatti la preserva, mettendo al bando eccessiva e ostentata ricercatezza, proponendo invece piatti e vini di facile approccio.

E così gli spaghetti al pomodoro con crema di mozzarella di bufala diventano quasi il piatto simbolo del locale, con il loro sapore suadente ma deciso… un leitmotiv che condividono con molti dei "compagni di menù"

Menzione doverosa per i dolci, che hanno dimostrato una costanza qualitativa non indifferente, mentre qualche perplessità la riservano invece i piatti di pesce, più ricercati nella concezione, ma meno azzeccati nella realizzazione, sul filo di contrasti un po’ troppo tenui e slegati.

Considerando anche un ambiente giovane e informale la formula-Pisacco stacca un punteggio abbondantemente positivo. Un’idea di proporre la ristorazione di qualità con un format non certo innovativo, ma putroppo non ancora abbastanza diffuso.

Senza dubbio la novità più interessante dell’ultimo periodo, a Milano… ma non solo.

Le portate

Calamaro alla plancia, crema di avocado e lime, cipollotto.
[]
Buono il protagonista, coprimari piuttosto disarmonici.
Spaghetti al pomodoro e basilico, crema di mozzarella di bufala.
[]
Apparente semplicità
Crema di zucca e castagne, ricotta di bufala, pistacchi.
[]
Un piatto di classe, basato sulla contrapposizione dolce-acido (zucca-ricotta), con i pistacchi a dare complessita alla texture.
Hamburger Berton
[]
A questo prezzo non ho difficoltà a perdonare una lieve bruciacchiatura del bordo e qualche patatina un po’ avanti di cottura…
Salmone arrosto, pere brasate e biete.
[]
Accostamento plausibile, ma nulla più.
Macedonia con gelato.
[]
Banale nel titolo, ma l’assemblaggio non è certo scontato, con una salsa a specchio alla mela e vari elementi gelatinosi.
Caffè & Latte
[]
Menta, crumble, liquirizia
[]
Dolce, fresco, morbido, croccante…

Altre foto

Prezzi (Dicembre 2012)

Antipasti: 8-12€
Primi: 9,50€
Secondi: 12-15€
Contorni: 5€
Dessert: 6-8€

Indice di gradimento

Pisacco

Via Solferino, 48
20121 Milano

Tel. 02 91.76.54.72

www.pisacco.it

Chiuso il lunedì

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...