Huîtres & coquillages @ Ostriche & Vino – Milano


Milano città del pesce? Quantomeno così vorrebbe la tradizione, sostanzialmente fondata sulla presenza del più grande mercato ittico nazionale. La tradizione tuttavia, più che di una consolidata verità, prende piuttosto le sfumature di una leggenda metropolitana… soprattutto basandosi sulla qualità media dei deschi meneghini.

Insomma siamo ben lungi dal poter affermare che all’ombra della Madonnina si possa mangiare "bene il pesce" semplicemente pescando a caso nel mucchio. Non mancano tuttavia i locali dove poter andare sul sicuro, a patto di essere disposti a spendere -più o meno giustamente- una cifra proporzionale alla qualità ricercata.

Un locale interessante (anzi due) è questo Ostriche & Vino sito in zona Arco della Pace, fratello (anagraficamente) minore dell’originale ubicato vicino a Porta Genova. Non siamo in questo caso di fronte ad un ristorante nella più stretta accezione del termine, quanto piuttosto ad un "Oyster Bar" di chiara impronta francese.

I tavoli sono molto ravvicinati, dal tovagliato quadrettato blu e dal portacandela a forma di faro, giusto per ricreare un po’ di atmosfera marina laddove di mare non se ne vede nemmeno l’ombra.

Come il nome può far presagire la parte del leone la fanno le ostriche, presenti ogni sera in almeno una decina di tipologie (oltre alle "solite" Fin de Claires e Belon, non è inusuale trovare le Irlandesi Selvagge o le più rare Tsarkaya), servite al naturale o anche in versione gratinata. Il tutto può essere anche un sottoinsieme di un plateau royal, componibile a piacere, dove trovare anche gli oursin… ossia i mitici ricci di mare che a questo blog danno il nome ;-).

Anche le cozze non passano certo in secondo piano, preparate nella classica impepata o in versioni più estreme, tipo quella con il gorgonzola. Completano il menù una ventina di piatti cucinati, con la totale assenza di pasta… con l’eccezione delle linguine ottenibili solo su prenotazione.

Accompagna il tutto una carta dei vini non proprio estesa, ma con molte proposte al calice, giustamente incentrata sui vini d’oltralpe.

Impressioni finali? Da appassionato di crudità ittiche A ME Ostriche & Vino MI piace, in primis per la buona qualità della materia prima, proposta a prezzi corretti (in considerazione anche dello scenario milanese), per l’atmosfera informale e per un certo indefinibile "fattore X".

Il posto ideale per gli amanti delle crudités marine, nonostante qualche francesismo di troppo ;-).

Le portate

Ostriche, bivalvi e crostacei…
[]
Tartare di tonno.
[]
Bruschette al polpo.
[]
Fritturina di Crevettes Gris e pesciolini.
[]
Ok, ma perché il diminutivo?

Altre foto

Prezzi (Novembre 2012)

Intorno ai 40€ a cranio vini esclusi. A salire a seconda dell’importanza del proprio plateau royal.

Indice di gradimento

Ostriche e Vino

Via Domenico Cirillo, 14
20154 Milano

Tel. 02 39.56.22.85

www.ostrichevino.it

Chiuso il lunedì

Annunci

One thought on “Huîtres & coquillages @ Ostriche & Vino – Milano

  1. gold price

    Ottima cena a base di ostriche e crostacei, un angolo di Francia trapiantato a Milano. Consigliato agli amanti dei frutti di mare (soprattutto crudi) e dello Champagne come accompagnamento. Ci sono doversi Plateau Royal, che qui assumono nomi diversi, a partire dai 40 euro fino ai 250 (quello che include la bottiglia di Champagne); quelli dai 70 euro in su si possono tranquillamente dividere in 2/3 persone, come indicato dalla carta. Lista dei vini limitata ad una decina di etichette di bollicine francesi. Locale intimo, pochi tavoli, obbligatoria la prenotazione. Ci sono anche un paio di primi ed una zuppa di pesce in menù, con prezzi sui 15-20 euro (non provati). Una cena completa di un Plateau Royal (medio, diviso in 2), una bottiglia di Champagne, 2 dolci e 2 caffè viene a costare non meno di 130-150 euro (non posso essere più precisa perchè non ho visto il conto finale ma solo dato un occhio alla carta!). Devo dire comunque che sono soldi ben spesi; il pesce era freschissimo, le ostriche sublimi. Unica nota negativa: alcuni tavoli da 2 sono veramente piccoli. Inoltre, la saletta al piano inferiore gode di poco simpatiche correnti di aria gelida invernali ogni qualvolta un cliente va alla toilette o la cameriera apre la medesima porta che, oltre alla toilette, conduce ad un tavolo di servizio. Il fastidio tuttavia è stato minimo, lo Champagne eccellente ha, in fin dei conti, mitigato questi piccoli inconvenienti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...