Manica stretta @ La Luma – Montecosaro (MC)


Il mattone rosso, per storica facilità di reperimento, spopola nei centri storici delle colline intorno a Macerata, tutti alquanto pittoreschi ma egualmente soggetti a quella leggera sensazione di déjà-vu.
E anche nella sala de La Luma fa capolino, vista l’ubicazione nel pieno centro storico di Montecosaro Alto, nei locali che una volta ospitavano un vecchio convento agostiniano.

Un’eleganza d’altri tempi negli ampi spazi dai pavimenti di cotto, lampade in ferro battuto, tovaglie che non lesinano in lunghezza e profusione di fiori freschi.
Ambiente classico ma non polveroso, con una sottile emanazione di signorilità, apprezzabile anche a sala semivuota.

La cucina sembra quasi cucita addosso all’ambiente: niente pesce (con la sola eccezione di quelli a lunga conservazione), e rielaborazioni ponderate, quasi timide, della tradizione locale.

La grande critica segnala, ma non è certo di manica larga nei giudizi… ed è un peccato visto che i piatti fanno emergere quella ponderazione che può solo derivare da esperienza e passione.




L’olio, di rigoroso kilometraggio zero, è il protagonista dell’apertura invero piuttosto ampia. Subito a seguire due entrée agli antipodi: prima una interessante granita al crodino, accompagnata da arachidi salate, che si rivela un’idea originale e foriera di ricordi d’infanzia di aperitivi sul lungomare.

Decisamente più classico il proseguio con la prevedibile oliva all’ascolana di buona fattura e la foglia di salvia fritta, presenza timida, ma quasi obbligatoria, negli antipasti a buffet da matrimonio, che qui assurge invece al ruolo di protagonista.

Immancabili in carta i salumi locali, sapori intensi a bilanciare il pane senza sale, fra cui spicca la coppa di testa e il ciauscolo d’ordinanza, che aderisce in pieno ai prerequisiti di spalmabilità.

Divagazione d’oltralpe per una terrina di foie gras di buona fattura, con una particolare misticanza costellata di petali blu.

Plausibili e non invadenti le mezze maniche dalla ricca componente vegetale -broccoli, carciofi e pomodorini- arricchita di salinità con bottarga e colatura di alici.

L’accostamento pesce-legume è già stato ampiamente sdoganato, e anche questa versione a base di cannelloni ripieni di baccalà si mantiene senza fatica sul godibile andate.

Stessa materia prima di base per una leggera rielaborazione del baccalà alla vicentina, che rimane comunque rassicurante senza che l’aggiunta di patate e pomodori creino entropia nel piatto.

Bei risultati anche dai piatti principali di carne, siano essi volatili o animali da cortile. Il piccione è disossato e ristrutturato in consistenza, per un risultato di approccio meno impegnativo.

Buona la materia prima del carré di agnello dove l’amarognolo selvatico viene qui giustamente addomesticato, rimanendo un vago gusto di fondo.







La piccola pasticceria si fonde con il pre-dessert, e apre la strada a dolci di facile appeal.

Un sottile strato di croccante, ad esempio, si ripiega a formare una pittoresca cornucopia da cui fuoriesce abbondanza di crema pasticcera e frutta fresca a sgrassare.

La classica creme brûlé viene poi completata da un azzeccato accostamento di pere caramellate e sorbetto all’arancio.

In definitiva nessuna sbavatura, mano felice e contorno (vini e servizio) all’altezza. Un locale papabile, anche se un po’ retrò, soprattutto per la correttezza delle preparazioni ed un rapporto soldi/goduria felicemente positivo, che ha anche il pregio di ricordare che la buona cucina non è solo avanguardia. Da provare.

Altre foto

Prezzi (Agosto 2011)

Coperto: 0€
Antipasti: 10-13,50€
Primi: 8€
Secondi: 14-19€
Dessert: 7-8€

Indice di gradimento

La Luma

Via Bruscantini, 1
62010 Montecosaro (MC)
Tel. 071 97.01.24
www.laluma.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...