Qualcosa mi perplime… @ Osteria del Pomiroeu – Seregno (MB)


Una nuova stella (michelin) splende in Brianza: è l’Osteria del Pomiroeu (termine in vernacolo milanese che significa “meleto” uso a cui era anticamente adibita la borgata in cui oggi sorge il ristorante), un grazioso locale ubicato in una corte nel pieno centro di Seregno (MB).

Pensando alla brianza gastronomica l’immagine che mi si forma nella mente è quella di diversi di ristoranti di fascia alta, tendenzialmente sopravvalutati ad uso e consumo dei “cumenda” della zona con la “fabbrichetta”.
E’ inoltre risaputo che le tradizione brianzole vivono un po’ di riflesso di quelle milanesi: il menù dello chef Giancarlo Morelli tuttavia si distacca dallo standard classico (con la sola eccezione della cotoletta alla milanese, sempre presente in carta) mantendosi su una ponderata creatività.

Il sospetto che mi è venuto nel progress della cena è che gli slanci creativi siano solo una facciata per poi proporre dei gusti rassicuranti per fidelizzare una certa tipologia di clientela, salvo in parte ricredermi verso il finale… ma andiamo con ordine:

Polenta macinata a mano con coscetta di quaglia tartufata (appetizer)
Inizio in sordina, apporto del tartufo trascurabile. Dimenticabile.

Crema bruciata di zucca, mela renetta e arance con scaloppa di foie gras e spray di Sherry Pedro Ximenes
Ben eseguito… ma di foie gras con pan brioche e confetturadiqualchecosa se ne trovano a bizeffe. La particolarità avrebbe dovuto venire dalla crema di zucca, che soffriva però di una caramellatura troppo invadente, e dello “sherry spray” che non aggiungeva nulla alla tessitura gustativa del piatto. Comunque buono (e ci mancherebbe… è fuagrà :-)) ma visto e rivisto.

Paccheri “Gerardo di Nola” con broccoletti verdi, datterini al forno profumo d’acciuga, provolone del monaco e colatura di alici
Idea molto interessante ma penalizzata dalla realizzazione: troppa colatura cosicchè il piatto alla fine risultava talmente sapido da potersi definire “salato”. Peccato.

Guancetta stufata al caffè e cioccolato con radici di prezzemolo alla crema e cipolla di Tropea agli agrumi
Il livello sale decisamente: sapore rassicurante con la particolare nota di grassezza avvolgente donata dal cioccolato. La cipolla di tropea spezza il gusto e sgrassa per il successivo boccone. Ben pensato e ben eseguito.

Crema bruciata alla vaniglia (pre-dessert)
Comincio a credere che ultimamente gli chef abbiano un debole per il saldatore ;-), le creme bruciate al gusto di qualsiasi cosa ormai spopolano. Questa è decisamente classica ma ottimamente preparata: ben cremosa e bilanciata.

Parfait di arance biologiche su carpaccio di ananas marinato, con la sua gelatina, profumato allo zenzero
Impeccabile, nonostante non sia riuscito a percepire lo zenzero. Una certa classe sui dolci comincia a trasparire…

Frittelle di cioccolato, mela e crema con sorbetto al cacao amaro
Il tema del cioccolato è ben declinato in ogni forma e consistenza. La meringa sbriaciolata sopra aggiunge la texture croccante al piatto. Ci si aspetta qualcosa di diverso al momento dell’ordine per poi ritrovarsi un piatto che al momento lascia perplessi, ma che poi si rivela una goduria.

Un paio di forchettate allungate nei piatti degli altri commensali ad assaggiare il Riso carnaroli selezione Acquerello al radicchio tardivo e fondutina di bitto e il Gran fritto di carciofi e filetto di coniglio: ben mantecato e giustamente cremoso il riso e mano leggera sulla frittura (asciutta e croccante).

Bella la sala, bella l’apparecchiatura, ok il servizio… ma la riflessione mi porta infine a pensare al rapporto soldi/goduria. In un locale dove si sfonda la soglia degli 80 euri per una sequenza antipastoprimosecondodolceviniesclusi mi sarei aspettato qualche emozione in più. O sono i gastrofanatici ad avere la fissa dei fuochi d’artificio in cucina? Per il momento resto in attesa di un valido motivo per tornarci…

Altre Foto

Prezzi (Marzo 2010)
Coperto: 5€
Antipasti: 18-26€
Primi: 18-20€
Secondi: 24-30€
Dolci: 12-14€
Degustazioni: 32-80€

Indice di gradimento

Osteria del Pomiroeu
via Garibaldi, 37
20038 Seregno (MB)
Tel. 0362 23.79.73
www.pomiroeu.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...